Come funziona il sistema di following su Pinterest

Posted on luglio 16, 2013 di

1



Un elemento fondamentale che distingue Pintereset da Facebook e Twitter è il sistema di following.

Sembra una banalità: clicchiamo sul tasto “Following” o su “Richiedi l’amicizia” e, tutto sommato, ci sembra che alla base ci sia lo stesso identico ragionamento: “Mi interessi e voglio sapere chi sei, cosa fai, cosa mi consigli”. Invece no!

Per diventare amici su Facebook, si presuppone che ci sia un interesse reciproco a sapere l’uno le notizie dell’altro e una disponibilità da entrambe le parti a condividere informazioni personali (sistema one-to-one).

Su Twitter, una volta cliccato il tasto “Follow”, dimostriamo un interesse verso i contenuti pubblicati da una determinata persona, ma non è detto che sia un interesse reciproco: posso avere milioni di follower e non seguire nessuno (sistema one-to-many).

In entrambi i casi non c’è la possibilità di filtrare la tipologia di contenuti pubblicati. Se seguiamo il profilo Twitter di un giornalista di cronaca nera ed esperto di social media (non so se esista!), riceveremo sul nostro newsfeed gli aggiornamenti dei due topic principali che affronta.

Su Pinterest il sistema di following è più complesso e permette di filtrare e selezionare sul proprio wall gli interessi e le passioni, piuttosto che le persone. Un sistema che, a mio parere, lascia meno spazio all’egocentrismo che negli ultimi tempi ha caratterizzato alcuni personaggi che vivono (solo) sui social media, sminuendo le potenzialità del mezzo.

Vediamo, grazie all’interessante post che Abhi Khune (ingegnere del team di Silbermann) ha scritto su Pinterest, quali sono le varie opzioni di following su Pinterest e perché questo social network permette di avere un aggiornamento costante non sulle attività delle persone, ma sulla loro capacità di coltivare interessi specifici.

1. Seguo un utente (quello che in Pinterest chiamano: explicit follower)

A segue B

Se Andrea segue Barbara, significa che qualsiasi aggiornamento di Barbara (dalle nuove board che crea, a tutti i contenuti che pinna) finirà sul wall di Andrea. Cioè, Andrea pensa che tutti i contenuti di Barbara siano interessanti.

2. Seguo una board (implicit follower)

A segue Board

Andrea vede il profilo di Barbara o il repin di un suo contenuto e decide di seguire solo una sua board, le altre non gli interessano. In questo modo, Andrea riceverà gli aggiornamenti solo e unicamente di quella board, mentre nessun altro contenuto creato da Barbara sarà sul suo newsfeed.

Ciò implica che Andrea sarà implicitamente un follower di Barbara (e quindi presente nel conteggio dei follower totali), ma solo di determinati contenuti.

3. Seguo un profilo, ma escludo una board

A non segue Board

Andrea decide di voler essere aggiornato su tutti i contenuti di Barbara, ma ci sono delle board che proprio non gli interessano, così decide di smettere di seguire quelle board. Continuerà ad essere conteggiato tra i follower di Barbara, ma non tra i follower di quelle specifiche board che ha smesso di seguire.

Questo sistema, tutto sommato intuitivo, permette agli utenti di Pinterest di costruire un feed perfettamente adattabile ai propri gusti.

E queste informazioni possono essere utili anche ai brand per individuare i gusti del proprio target.

Fonte: blog Pinterest

Annunci
Posted in: Board, business, Pinterest