Storia di un piacere sinestetico. Il profilo Pinterest di Müller [Guest Post]

Posted on aprile 7, 2013 di

0



Per capire come utilizzare Pinterest non c’è niente di meglio che leggere le esperienze di agenzie che ne stanno sperimentando le potenzialità. Siamo quindi contenti di ospitare il guest post di Gessica Bicego, Project Manager presso Young Digitals, che ci racconta qual è stata la strategia adottata per la costruzione del profilo Pinterest di Müller Italia.

muller pin

Pinterest, Young Digitals e uno yogurt molto famoso: sono questi i tre protagonisti della storia che voglio raccontarvi. Un racconto che inizia da un brief e si conclude con un profilo Pinterest denso di idee e creatività. Stiamo parlando dello yogurt che ha conquistato il pubblico italiano con il famoso claim “Fate l’amore con il sapore”, Müller.

La richiesta del brand era un’idea, una riflessione sul modo in cui avrebbe potuto gestire la propria presenza italiana su Facebook. Noi abbiamo proposto una declinazione a 360 gradi del concept che abbracciasse un’ottica social più ampia. Per questo abbiamo proposto, tra gli altri, Pinterest.

Il social network visuale ci ha permesso di esprimere a pieno i capisaldi del brand che partono dal connubio tra sapore e bontà fino ad arrivare al concetto del piacere inteso sia come godimento fisico che come benessere interiore. Nasce quindi l’esigenza di ricreare anche nella realtà social, un mondo sensoriale dove seduzione e piacere devono emergere come anima stessa del brand.

La scelta dell’utilizzo di Pinterest è stata quindi  una diretta conseguenza di questi ragionamenti, la sua natura ispirazionale ci è sembrata perfetta per l’espressione dei concetti di piacere e sensualità. Ma come declinare strategicamente il canale?

La volontà era quella di creare una vera e propria realtà sensoriale, un mondo dedicato all’appagamento dei 5 sensi umani: vista, udito, olfatto, gusto e tatto. Per far interagire e dialogare i sensi, con l’intenzione di far vivere agli utenti una dimensione sensoriale che andasse al di là del semplice storytelling, abbiamo scelto una rappresentazione più evoluta basata sul concetto sinestetico ed evocativo, un fenomeno percettivo che vede una vera e propria contaminazione dei sensi.

In questo modo abbiamo compiuto una scelta, quella di distanziarci dal prodotto che non ci sembrava il giusto focus, concentrandoci invece su capisaldi più ad alto livello che potessero elevarsi ad un livello quasi culturale. La ripercussione di tale concept è visibile nel titolo delle board, nella loro descrizione ma anche nella natura stessa dei contenuti, scelti affinchè possano ispirare gli utenti in direzioni sensoriali diverse.

Müller Italia (mulleritalia) on Pinterest

Cinque board che rappresentano la multisensorialità (Ascoltare Forme, Annusare Dimensioni, Toccare Essenze, Assaggiare Vibrazioni, Vedere Calore)  a cui poi si è aggiunta una sesta board dedicata alla declinazione dell’eterno e passionale conflitto tra istinto e ragione, due sensi non convenzionali.

Il mondo esterno viene infatti percepito attraverso i 5 sensi ma viene poi rielaborato nell’immediatezza dall’istinto e analizzato dalla ragione che ne trae le proprie conclusioni.  I contenuti di tutte le board rispecchiano non solo il principio sinestetico ma anche quello dell’escapismo, permettendo attraverso le immagini sia la contaminazione dei sensi che l’estraniazione dalla realtà in una sorta di viaggio mentale.

Il progetto è in divenire, la pagina è stata pubblicata nel gennaio di quest’anno ma la board Istinto e Ragione ha visto la luce solo la scorsa settimana. Volete il finale di questa storia? Scrivetelo voi, magari nelle board collaborative che apriremo molto presto!

Annunci
Posted in: business, guest post