Pinterest e copyright. Breve guida per gli utenti e i brand.

Posted on giugno 20, 2012 di

13



L’attribuzione e la tutela della paternità di un’opera sono oggetto di attenzione particolare da quando il web ha permesso di diffondere in pochissimo tempo immagini, video, foto, documenti.

Pinterest è spesso accusato di facilitare la violazione del diritto d’autore in quanto ospita video ed immagini caricate dagli utenti spesso senza controllo dei termini di licenza d’uso. Tant’è che a partire dal 18 giugno Michael Yang, avvocato esperto di privacy e copyright presso Google, sarà a capo del team legale di Pinterest.

Vista la delicatezza dell’argomento, ho scritto il post con la consulenza di un esperto del settore: l’ing. E. Bonini dello Studio Bonini di Vicenza, consulente in Proprietà Industriale e Mandatario Europeo per Brevetti, Marchi e Design.

copyright pinterest

Quali opere sono tutelate dal diritto di autore?

Secondo la L. 633/41 e ss. mm., sono tutelate le opere dell’ingegno di carattere creativo (art. 1) e il titolo originario dell’acquisto del diritto di autore è costituito dalla creazione dell’opera (art. 6). Ciò significa che l’autore acquisisce i diritti di utilizzazione economica e morale di un’opera al momento stesso della creazione, senza necessità che quest’ultima sia registrata.

Come sono tutelate le fotografie?

Le opere fotografiche possono essere divise in due tipologie alle quali è riconosciuta una tutela differente:

– fotografie ad alto grado di creatività: tutelate fino a 70 anni dalla morte dell’autore senza bisogno di adempiere formalità.

immagini di persone o di aspetti, elementi o fatti della vita naturale e sociale (art. 87): tutelate fino a 20 anni dalla morte dell’autore. 

In quest’ultimo caso, è previsto che l’autore indichi il nome del fotografo o della ditta da cui il fotografo dipende o del committente; la data dell’anno di produzione della fotografia; il nome dell’autore dell’opera d’arte fotografata. Qualora non siano riportati tali dati (anche nel caso di pubblicazione dell’immagine sul web), la loro riproduzione non è considerata abusiva e non sono dovuti compensi, a meno che il fotografo non provi la malafede del riproduttore, ad esempio nel caso in cui il riproduttore si sia indebitamente attribuito la paternità dell’opera (art. 90).

Pinterest: diritti dell’utente

Vediamo gli aspetti più interessanti dei Terms of Service di Pinterest. Che riportano, tra l’altro, quanto segue:

 Anything that you pin, post, display, or otherwise make available on our Service, including all Intellectual Property Rights (defined below) in such content, is referred to as “User Content.” You retain all of your rights in all of the User Content you post to our Service.

L’utente detiene la responsabilità ed i diritti di ciò che pubblica in Pinterest che, d’altro canto, si riserva una licenza non-exclusive, royalty-free, transferable, sublicensable, worldwide. Ciò significa che, nel caso in cui pinni una tua foto, autorizzi Pinterest a usare, visualizzare, riprodurre, re-pinnare, modificare (ad es. nel formato) e distribuire la foto su Pinterest: ciò per permettere alla piattaforma di fornire il servizio, fatto salvo il diritto alla paternità e allo sfruttamento economico dell’opera da parte dell’autore.

Quali sono le problematiche cui può incorrere un brand pubblicando immagini dalla rete?

Secondo l’Ing. Bonini, esperto di Proprietà Industriale, nel caso in cui dovesse essere violato tramite un pin il diritto d’autore, l’autore della violazione sarebbe il primo che ha pinnato l’immagine. È quindi importante che i brand pinnino sempre materiale proprio o di cui sono stati accertati i termini di diffusione. Infatti, all’autore basta dimostrare un’infrazione al proprio diritto di esclusiva che può concretizzarsi in un danno economico o morale per poter richiedere un risarcimento danni.

Nel caso in cui cancelli il tuo account?

Nel caso in cui un utente dovesse cancellare il proprio account o parte del materiale caricato sulle proprie board, Pinterest si riserva la possibilità di

retain your User Content for a commercially reasonable period of time for backup, archival, or audit purposes. Furthermore, Pinterest and other Users may retain and continue to display, reproduce, re-pin, modify, re-arrange, and distribute any of your User Content that other Users have re-pinned to their own boards or which you have posted to public or semi-public areas of the Service.

Nel caso dovessi ravvisare la violazione di un diritto d’autore o di un marchio?

Come abbiamo già spiegato in un precedente post, se rilevi una violazione del diritto d’autore, puoi segnalarlo a Pinterest attraverso due form: uno per il copyright e uno per il trademark. Pinterest provvederà a valutare l’eventuale eliminazione del pin.

Nel caso in cui non voglio far pinnare una foto?

Pinterest mette a diposizione dei programmatori e dei web master un no-pin code che impedisce agli utenti di pinnare e immagini.

Il sistema di linking

Sicuramente il sistema di linking , ci spiega l’ing Bonini, funge da citazione e permette di attribuire in modo immediato la paternità dell’immagine, ma né il linking né il no-pin code possono sostituire la volontà dell’autore: se non voglio che un’immagine sia riprodotta su qualsiasi piattaforma, è mio diritto chiedere a Pinterest di rimuoverla ed è dovere di Pinterest di farlo.

Un ringraziamento speciale ad Arianna Conte per gli importanti spunti riflessivi che hanno permesso la scrittura del post!

Disclaimer – Questo post non si intende come sostitutivo, nè totalmente nè in parte, dei Terms of service di Pinterest o della consulenza di un legale.

Paola Sangiovanni

Follow Me on Pinterest

Annunci
Posted in: consigli, copyright