Pingram vs. Pinstagram. Vale più la copia dell’originale?

Posted on maggio 15, 2012 di

4



PREMESSA (ovvero: riflessioni sparse)

Nel 2010 è uscito un film di Kiarostami dal titolo “Copia conforme“: non mi è piaciuto, ma il protagonista mi è tornato alla mente pensando alla disputa Pinstagram – Pingram.

Nel film l’esperto d’arte James Miller ha da poco pubblicato un saggio in cui sostiene che le ottime copie possono avere eguale o addirittura maggior valore dell’originale. Del resto, pensavo, in epoca romana la maggior parte delle scultura non erano altro che copie degli originali greci: non per questo il Laocoonte mi appare meno possente ed emozionante.

Eppure, anche avendo rispolverato i miei studi classici, la risposta alla tesi di James Miller per me è sempre la stessa: per me una copia è sempre una copia.

Provo a spiegare, per chi non lo sapesse, a cosa è dovuta la rivalità tra l’americana Pinstagram e l’italiana Pingram .

SUNTO (la mia parziale interpretazione dei fatti)

Immagina di aver inventato la ruota: tutti ti applaudono, ti intervistano, la usano e gridano alla rivoluzione.Dopo due mesi, due tizi mettono un fiorellino sulla ruota e dicono di aver inventato la ruotola. Tutti ora applaudono loro, li intervistano e annunciano la innovatività dell’idea. “Perchè? Cosa cambia? È uguale alla mia ruota!” “No, non è uguale: non vedi che la ruotola è diversa? Ha il fiorellino: un’idea veramente originale e innovativa…”

FATTO (ovvero: quando copi in classe, cambia almeno le parole!)

Nel marzo di quest’anno il napoletano Gennaro Varriale mette a punto Pingram una webapp che visualizza l’account Instagram con un’interfaccia molto simile a Pinterest. In poco tempo l’app riceve l’attenzione dei media a livello mondiale meritandosi articoli su Mashable, The Next Web, Virtualbeat.

pingram home

Intanto nella Silicon Valley, fucina per eccellenza di idee innovative, Pek Pongpaet and Brandon Leonardo creano una originale ed innovativa webapp che unisce Pinterest ed Instagram dal nome Pinstagram. Ben tre consonanti di differenza! Potevano almeno chiamarlo Instagrest, tanto per cambiare un po’…

Bene. Ho voluto indagare quali dovrebbero essere i motivi per utilizzare Pinstagram invece che Pingram partendo, banalmente, dall’idea che avessero una grafica differente:

pinstagram

Bè, a me sembra identica… del resto è semplicemente la soluzione grafica di Pinterest!

Continuavo a domandarmi in cosa la Silicon Valley avesse battuto il Napoli e mi ha finalmente risposto Mashable:

“Pinstagram seems to display larger pictures in some browsers, and new pictures arrive with a pleasant animation (as opposed to Pingram’s static look)”

Prego i lettori di visualizzare la bella, originale ed innovativa animazione realizzata per le nuove fotografie dai creatori di Pinstagram: non è un po’ come il fiorellino sulla ruotola?

#supportpingram

Paola Sangiovanni

Follow Me on Pinterest