Tumblr viola il copyright del porno: il prossimo accusato sarà Pinterest?

Posted on maggio 11, 2012 di

1



Perfect 10, company che distribuisce on line materiale pornografico a pagamento, ha denunciato lo scorso venerdì la piattaforma di micorblogging Tumblr per violazione di copyright.

Dal suo ufficio di Manhattan Norm Zade, presidente di Perfect 10, ha affermato di aver inviato per ben sei volte, senza avere alcun feedback, richieste di cancellazione del materiale di proprietà della compagnia illegalmente presente sui server di Tumblr.

Secondo le stime dei legali che lavorano per Perfect 10, sarebbero state 200 le foto pubblicate su Tumblr: si tratta di materiale condiviso, utilizzato, indicizzato e scaricato illegalmente poiché protetto da copyright, utilizzabile unicamente per uso personale previo pagamento. Gli impiegati di Tumblr, che raccoglie circa 46 milioni di blog, molti dei quali a contenuto soft-porno, sono stati inoltre accusati da Zade di aver volontariamente postato del materiale protetto da copyright per accrescere sia il proprio business che il traffico.

tumblr_logo

Non è la prima spina nel fianco che la società di Zade cerca di togliersi: già nel 2004 Perfect 10 aveva denunciato Google perché  utilizzava, come risultato di specifiche ricerche, immagini thumball di proprietà del sito. Nel 2006 la Corte Suprema ha dichiarato l’azione nei confronti del colosso di Mountain View non rilevate, poiché rispondente a un caso di fair use, ovvero un utilizzo dei contenuti legale secondo i termini del Copyright Act statunitense (titolo 17, paragrafo 10) data la bassissima qualità delle immagini indicizzate dal motore di ricerca.

Oggi Perfect 10 ci riprova: chiede a Tumblr 10 miliardi di dollari per i danni e la distruzione di tutto il materiale protetto da copyright presente sui suoi server.

"Luca Giordano La giustizia"

Immagine tratta da tanogaboblog.it

 

Come riportato da Daily Dot, Norm Zade ha dichiarato:

“As of the date of this filing, Tumblr has failed to completely process any of Perfect 10’s DMCA (Digital Millennium Copyright Act) notices, taking down at most only a handful of the over 200 infringing images identified by Perfect 10, many of which had Perfect 10 copyright notices or watermarks consciously placed on the images. Accordingly, Tumblr should be held liable for its failure to abide by its obligations under the DMCA and for willfully ignoring the widespread and uncontrolled copyright infringement pervading its website.”

Le immagini soft porno rappresentano i contenuti maggiormente diffusi su Tumblr e non sono esenti dalla delicata questione del copyright in rete. Pinterest ha già fatto un piccolo passo in avanti per ovviare al problema sia rivedendo la sua policy (scaricando qualsiasi responsabilità sugli utenti) che accordandosi con Flickr, grazie all’inserimento di uno sharing button che permette la presenza del nome dell’autore dell’immagine sempre in primo piano.

Probabilmente, nel caso in cui diventasse economicamente interessante, Pinterest potrebbe presto finire nel mirino del gruppo Perfect 10, indicato ormai, a ragion veduta, come un porno troll attaccabrighe di professione.

Sicuri che il porno tiri sempre e comunque?

Il fatto che alcune realtà di questo evergreen si attacchino alla minima violazione per guadagnare qualche spicciolo, inizia a far dubitare sulla stabilità economica di questo settore. Oppure chissà, semplicemente non esistono più i pornoimprenditori di una volta…

Azzurra Tacente

Follow Me on Pinterest

Annunci