Sexinterest: Snatchly e le frontiere dell’hard 2.0

Posted on aprile 5, 2012 di

3



Lo scaricatore di porno secondo Pornobello direttamente dalla sua board in Pinterest
(©Claudio Cozzolino)

Se cerchi qualcosa di “piccante” tra le board di Pinterest sprechi il tuo tempo: ogni tanto qualche seno fa “artisticamente” capolino,  ma è praticamente quasi impossibile trovare immagini spinte o dichiaratamente pornografiche. Se proprio vuoi azzardare a digitare la parola “porno”, al massimo potrai incontrare l’ironica e mai volgare board dell’illustratore e grafico Claudio Cozzolino alias Pornobello.

Secondo la nuova policy del social network, in vigore dal 6 di questo mese, ogni utente è responsabile delle immagini che pinna e lo staff si riserva di eliminare account, board e contenuti non in linea con la filosofia della piattaforma, che vieta categoricamente l’upload e la condivisione di immagini spinte. Di prosperosi seni e fondoschiena sexy ne girano davvero pochi, anche perché vige un sistema di segnalazione “report pin” a cura degli stessi utenti, esattamente come succede in Facebook con la funzione “segnala contenuto inappropriato.” Se gli account che ricollegavano a siti pornografici a pagamento sono stati prontamente cancellati dallo staff di Palo Alto, come ad esempio quello della sfortunata My horny sister, siti di e-commerce che vendono materiale per la gioia delle coppie, come lo spagnolo Loverlystore Productos Eroticos, non se la passano molto bene: hanno pochissimi followers, ancor meno repin e nessun like.

Ma per gli amanti del genere, è cosa risaputa, la rete è il mare giusto in cui sguazzare.

È di una manciata di settimane fa, infatti, il lancio di Snatchly (dal verbo inglese to snatch, afferrare), una piattaforma-clone di Pinterest, dai dichiarati contenuti pornografici. Se network come Manterest e Gentlemint sono nati negli USA come reazione al donnacentrismo del social network, Snatchly è stato creato con il preciso scopo di condividere e postare foto e video ad alto contenuto erotico. Sembrerebbe essere il primo social network del suo genere… praticamente Snatchly rappresenta l’alba dell’hard 2.0!

Una schermata di Snatchly

Lanciato il 13 febbraio in una zona non definita di Los Angeles, il social network gode di ben 15.000 utenti registrati e 100.000 visitatori unici. I due fondatori, che per il momento vogliono conservare l’anonimato, dichiarano che l’idea alla base è semplice: si tratta, praticamente, di una sorta di Pinterest esattamente come gli uomini lo vorrebbero. Naturalmente anche in questa piattaforma è necessario installare lo snatches button per condividere foto e video. Gli emuli stanno spuntando come funghi, come ad esempio il più sfacciato Pornterest, che richiama esplicitamente il social network originale nel layout e nella grafica, ma secondo gli esperti del settore, Snatchly ha una marcia in più rispetto agli altri.

Snatchly supporta sia flash che html 5, quindi niente paura: i filmati di You Porn possono essere condivisi senza problemi.

Azzurra Tacente

Annunci
Posted in: Costume, Pinterest